• Simple Item 11
  • Simple Item 8
  • Simple Item 7
  • Simple Item 5
  • Simple Item 9
  • Simple Item 10
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Sea Shepherd assiste gli scienziati nello studio delle micro-plastiche nelle balenottere comuni nel mare di Cortez

plastikfin218 giugno 2015

Durante la loro presenza nel mare di Cortez per la campagna Operazione Milagro a difesa della vaquita, l’equipaggio di volontari Sea Shepherd a bordo del veliero da ricerca R/V Martin Sheen ha aiutato un team di scienziati dell’Università Autonoma del Messico provenienti da La Paz a documentare una crescente minaccia che un’altra specie di cetacei a rischio estinzione – le balenottere comuni – sta affrontando.

Leggi tutto...

Il Distretto della Corte Federale respinge la richiesta dei balenieri di sanzione correttiva

japan whaling19 giugno 2015

Il Distretto della Corte Federale di Seattle ha respinto la richiesta dell’Institute of Cetacean Research (Istituto per la Ricerca sui Cetacei, nota di traduzione) (ICR) di imporre delle rigide sanzioni correttive a Sea Shepherd Conservation Society, al suo fondatore, il Capitano Paul Watson e ai sei membri del consiglio direttivo, per mancato rispetto di ingiunzione. Ha altresì rifiutato di obbligare Sea Shepherd a rientrare in possesso delle sue ex-proprietà.

Leggi tutto...

La nave di Shepherd Sam Simon salpa per le Isole Faroe

samhb122 giugno 2015 

La nave di Sea Shepherd Sam Simon è salpata da Brema, in Germania, per unirsi alla sesta Campagna di Sea Shepherd in Difesa dei Globicefali nelle Isole Faroe, Operazione Sleppid Grindini. La nave dovrebbe raggiungere l'arcipelago venerdì prossimo, dopo una breve sosta a metà settimana nelle Isole Shetland.

Al comando del veterano di Sea Shepherd Lockhart MacLean (detto “Locky”), cittadino canadese, l'equipaggio della Sam Simon, registrata in Olanda, si unirà ai compagni d'equipaggio a bordo del trimarano veloce di Sea Shepherd Brigitte Bardot, giunto nelle acque ostili delle Isole Faroe lo scorso mercoledì.

Leggi tutto...

L’esercito statunitense sta veramente acquistando delfini provenienti dalla crudele caccia di Taiji?

usataijiCommento del Capitano Paul Watson, 4 giugno 2015

Se è vero che l’esercito statunitense sta acquistando delfini catturati a Taiji, si tratta di un’imbarazzante questione internazionale che deve essere affrontata. Ma io nutro il sospetto che sia tutta un’invenzione di matrice politica. 

Il “Nikkei Asian Review” (rivista asiatica pubblicata in lingua inglese, nota di traduzione) sostiene che alcuni delfini catturati durante le orribili battute di caccia a Taiji vengano venduti all’esercito americano. 

Leggi tutto...

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok