• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Uno sviluppo incredibilmente splendido per i Delfini di Taiji

taiji1La JAZA taglia i legami con gli assassini di delfini di Taiji

Commento del fondatore di Sea Shepherd, il Capitano Paul Watson, 20 maggio 2015

Sea Shepherd si oppone al massacro dei delfini a Taiji dal 2003 con una campagna chiamata Operazione Infinite Patience. Oggi la pazienza infinita è stata finalmente ripagata.

L’Associazione Giapponese di Zoo e Acquari (JAZA), in seguito ad una votazione, ha deciso di non acquistare più delfini dagli assassini di Taiji.

Leggi tutto...

Sea Shepherd Global lancia Operazione Siracusa 2015, fermati bracconieri durante un’attività di pesca illegale subacquea in "Zona A"

Sea Shepherd Global lancia la campagna Operazione Siracusa 2015 in difesa dell’Area Marina Protetta del Plemmirio. 
Sulla scia degli importanti risultati ottenuti durante la prima campagna Operazione Siracusa 2014, Sea Shepherd prosegue ufficialmente la sua proficua collaborazione con le autorità e dell’AMP Plemmirio anche nella stagione 2015.
Sea Shepherd Italia guida la campagna che si svolge all'interno dell'Area Marina Protetta del Parco del Plemmirio, sulla costa orientale di Siracusa, in Sicilia. 
Per le sue caratteristiche geografiche e per la particolarità dei suoi fondali, il Parco del Plemmirio è un luogo eccezionale per la sua biodiversità, dove è possibile osservare grandi pesci pelagici come tonni, ricciole e mammiferi marini di passaggio come delfini, balene e capodogli.

Leggi tutto...

Sea Shepherd - Quando ci sarà bisogno dei servigi dei Pirati Buoni

JollyCommento del Fondatore di Sea Shepherd, Capitano Paul Watson

19 maggio 2015

Quando ci sarà bisogno dei servigi dei pirati buoni, chi chiamerai?
Finalmente, un articolo che riconosce il ruolo di Sea Shepherd in un mondo dove la maggior parte della superficie terrestre giace in uno stato di anarchia e sregolatezza. Leggi altro: https://www.the-newshub.com/…/the-conundrum-of-the-patagoni…

Dal 1977, Sea Shepherd ha protetto la vita marina dallo sfruttamento illegale e spregiudicato.

Leggi tutto...

La JAZA decide di smettere di acquistare i delfini catturati a Taiji

dolphin ribsMercoledì 20 maggio (data del Giappone), l’Associazione Giapponese degli Zoo e degli Acquari (JAZA), a seguito di una votazione da parte dei parchi e degli acquari che ne sono membri, ha annunciato la decisione di smettere di comprare i delfini brutalmente catturati nella famigerata caccia di Taiji.

Con questa decisione, la JAZA continuerà a fare parte dell’Associazione Mondiale degli Zoo e degli Acquari (WAZA), che vieta infatti ai propri membri l’acquisto di cetacei catturati a Taiji. Su 142 voti raccolti all’interno della JAZA, 99 membri si sono espressi in favore del fatto di rimanere membri della WAZA.

Nonostante non sia ancora la fine della caccia, questa è una grande notizia per i delfini di Taiji, poiché il commercio degli animali destinati alla cattività rappresenta la vera ragione economica che sta dietro ai massacri che tingono di rosso sangue le acque della baia. L’eliminazione della domanda di delfini provenienti da Taiji da parte degli acquari giapponesi è un enorme passo affinché la caccia crolli economicamente.

Leggi tutto...

News / Commenti

  • Con un piccolo aiuto dei miei amici
  • Quando il fulmine colpisce due volte
  • La lotta è lungi dall’essere finita - Del Capitano Wyanda Lublink
  • La risposta di Sea Shepherd al funzionario di Timor Est che è a favore dello sterminio degli squali
  • La Lotteria Nazionale Olandese dei Codici Postali prolunga la collaborazione con Sea Shepherd