• Simple Item 10
  • Simple Item 7
  • Simple Item 9
  • Simple Item 8
  • Simple Item 11
  • Simple Item 5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

150723-MW-grind--28Domenica 13 novembre 2016 la Nazionale Svizzera affronterà il suo prossimo avversario: la rappresentativa delle Isole Fær Øer.

Il piccolo arcipelago dell’Atlantico è noto per i bellissimi fiordi e le immense spiagge, così come per una truce e sanguinaria tradizione. Ogni estate, intere famiglie di globicefali che nuotano nei pressi delle isole per loro migrazione annuale nelle acque artiche vengono avvistate e spinte verso le spiagge per mezzo di gommoni e piccole imbarcazioni. In preda al panico, i mammiferi si dirigono verso le acque basse a ridosso della spiaggia, dove vengono trascinati fuori dall’acqua con degli arpioni di metallo prima di essere brutalmente macellati davanti agli occhi delle loro famiglie. Nemmeno cuccioli o femmine incinte vengono risparmiate: feti non ancora completamente formati vengono estratti dai corpi morenti delle madri.
Il sanguinoso massacro coinvolge intere famiglie di questi pacifici e amichevoli delfini, noti per aiutare gli umani in difficoltà, decretandone una fine dolorosa e miserabile... La loro carne viene mangiata, venduta o gettata in mare. Tutto ciò nonostante la commercializzazione sia vietata; nonostante i globicefali risultino nella lista delle specie minacciate; nonostante secondo la Convenzione di Berna i globicefali risultino tra le specie protette (https://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/19790241/index.html). E nonostante innumerevoli studi scientifici abbiano provato che la carne di questi mammiferi è seriamente contaminata da metalli pesanti e altre sostanze che la rendono pericolosa per l’uomo. Alle Isole Fær Øer questa stessa carne viene proposta ai turisti presso gli alberghi locali, nonché servita per cena agli ospiti, tra cui vi sono anche bambini.



Questa pratica, che la maggioranza dei Paesi oggi ritiene sbagliata, crudele e inutile, viene annualmente celebrata come tradizione popolare dai faroesi. Anche alcuni calciatori della squadra nazionale prendono regolarmente parte alla mattanza.

Se vuoi saperne di più o fare qualcosa per evitarlo, visita http://www.seashepherdglobal.org/campaigns/campaigns.html




I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok